Ridefinizione delle aree vocate e non per la specie cinghiale

Spett. Azienda, Si comunica che, la Regione Toscana sta provvedendo alla ridefinizione delle aree vocate e non per la specie cinghiale. In ragione di ciò, considerata la vastità delle ipotetiche variazioni, presso gli uffici di Confagricoltura Arezzo, è possibile consultare le cartografie, previo appuntamento (rif. dott. Mirko Sbragi). Ricordiamo che la titolarità delle decisioni finali rimane in capo agli Uffici della Regione; sarà nostro compito segnalare le eventuali richieste di modifica. Di seguito riportiamo, sinteticamente, le principali differenze fra le citate aree. Zona vocata: -prevista una bassa densità di animali ( 2,5 su cento ettari); -possibilità di effettuare la caccia in battuta durante il periodo venatorio; -interventi di contenimento effettuati dalla squadra competente; -richiesta indennizzo danni Zone non vocate: -densità prossima allo zero; -possibilità di attivare l' articolo 37, per la riduzione degli animali; -possibilità di cacciare durante il periodo venatorio, ma non in battuta; -interventi di contenimento, con cacciatori in possesso di abilitazione; -richiesta indennizzo danni Nel rimanere a disposizione, si porgono distinti saluti.

"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"